“L’annunciata contestazione al Papa in visita all’Università La Sapienza di Roma mette in luce ancora una volta la netta e troppo rigida separazione esistente in Italia tra spirito laico spirito cristiano”. Lo sostiene Giuliana Ammannati, docente di Filosofia, Pedagogista Clinico®, specialista in interventi educativi e comportamentali.
“Ciò dovrebbe avvenire – spiega – proprio in un luogo che è il simbolo della cultura, dell’ascolto, del dialogo e dell’incontro tra le diversità. Sarebbe un vero e proprio boomerang per l’Università e la laicità, che in nome della ragione invita tutti, credenti e non credenti, al rispetto reciproco delle proprie ed altrui idee e al confronto costruttivo e arricchente per edificare una realtà migliore, senza bisogno di trovare capri espiatori a causa dello scontento che soprattutto i giovani hanno attualmente verso la società civile”. Sul Resto del Carlino il 22 gennaio 2008 a firma di Giuliana Ammannati, Pedagogista Clinico®, su questo tema appare un articolo dal titolo: “A Urbino il Papa avrebbe avuto ascolto” in cui espone la contestazione al Papa da parte di alcuni professori di Fisica della “Sapienza” e di un gruppo di studenti, in nome della difesa della laicità. La prof.ssa Ammannati torna su questo argomento con la speranza che una maggior riflessione possa aprire le menti ad una diversa disponibilità nell’accoglienza di tutti.

error: Contenuto protetto !!