di Monica Maressi
Pedagogista Clinico®

Quando si parla di anamnesi il pensiero conduce all’ambito sanitario e ad una tipologia di indagine realizzata per mezzo di domande da chiedere al paziente e/o ai suoi familiari per avere notizie e informazioni riguardanti la storia e i diversi ambiti della vita, identificare con precisione le varie problematiche, patologie e sintomi, la sofferenza emotiva e il motivo che affligge. Comunque anamnesi come tecnica di indagine condotta con interrogativi, con i criteri dell’inchiesta e dell’intervista che per il prelievo di informazioni seguono spesso una serie di domande desunte da un questionario secondo un ordine prestabilito in specifici e particolari elenchi di domande. In un ambito esclusivamente educativo lontano da valutazione ed esame quale quello della Pedagogia Clinica invece, il Pedagogista Clinico® segue in antitesi progrediti criteri di verifica e declina l’anamnesi in una Analisi Storica Personale (ASP) che si caratterizza nel rac¬conto della storia di vita di una persona, nella rilevazione delle transizioni principali del suo sviluppo, degli eventi significativi e le rea¬zioni ad essi; è un racconto da cui si può riassumere ogni con-dizione di vita e capire come l’agio e il disagio prodotto abbiano influenzato il modo di vivere e di agire. L’analisi è l’occasione di uno scambio generato in una situazione di incontro di uguaglianza in cui si im¬pone l’abilità da parte del Pedagogista Clinico® nella decodifica di ogni comu¬nicazione utile per raccogliere notizie anche per mezzo di messaggi silenziosi che rivelano e svelano ciò che altrimenti può essere taciuto, la lettura dei contenuti dell’espressione categoriale verbale e dell’azione ed espressione non verbale che possono ben avviarci alla conoscenza. La persona, in questo importante processo, viene aiutata ad approfondire e ampliare conoscenze necessarie per svelare la propria verità e sviluppare i propri confini, e il Pedagogista Clinico® che segue la disciplina del Reflecting® la aiuta a riflettere, ad essere essenzialmente attiva e disposta a interrogarsi e ad ascoltarsi con attenzione e rispetto, a scandagliare per fare chiarezza su ciascuno degli indici referenziali della biografia, a penetrare e sostare su aspetti il cui contenuto può riguardare ciò che la persona sa, che ha fatto o conta di fare, che pensa o sente, crede, spera, ammira, teme o biasima, e con quale intensità. Questo lo spirito con cui si mette in atto un processo di conoscenza in una Analisi Storica Personale che consentirà a fare chiarezza e ad assumere consapevolezza sulle proprie istanze, sugli antecedenti familiari, sulle condizioni generali circa il livello socio-economico e culturale, la qualità delle relazioni sociali, il modo di vita, le caratteristiche inscritte nel patrimonio personale, l’insieme delle relazioni e delle risonanze affettive.

error: Contenuto protetto !!