L’Ansa Grosseto, il 15 maggio 2008 lancia la notizia dei risultati dell’indagine condotta su Genitori diffidenti, in cui si legge:  “Si dicono disposti a fare qualcosa per “imparare’’ a diventare genitori più attenti alle esigenze dei figli, ma poi accolgono con diffidenza i suggerimenti dei libri specializzati. Quello da cui sono molto colpiti, invece, sono i disegni realizzati dai figli nei quali vengono ritratte scene di vita familiare quotidiana: è da lì, infatti, che i genitori si renderebbero conto delle eventuali loro inadeguatezze comportamentali. È questo il risultato emerso da un’indagine condotta da Guido Pesci e Antonio P. I due Pedagogisti Clinici®  e docenti dell’Istituto di formazione post-universitaria delle professioni (ISFAR) di Firenze hanno esaminato il comportamento di 392 genitori (154 padri, 238 madri) che avevano dichiarato di essere “lettori di libri e manuali specialistici sulla professione di genitori’’.
L’indagine ha messo in evidenza come il 78% del campione esaminato poi, in realtà, si dimostri “diffidente’’ nei confronti delle argomentazioni lette in un libro (perchè “troppo tese a convincere, persuadere o consigliare’’), mentre nell’84% dei casi restano colpiti – e quindi stimolati a cambiare – guardando i disegni realizzati dai figli. “Questo – dicono gli studiosi – stimola gli adulti a riflettere, aiutandoli da soli a individuare eventuali inadeguatezze comportamentali che spesso sono all’origine di contrasti e disaccordi con i figli’’. Le storie raccolte sono state pubblicate nel libro “Il facile mestiere del genitore” edito dalla casa editrice  MAGI, in collana “Reflecting’, dove si afferma: fissando lo sguardo sulle tracce chiaroscurali, sui tratti deboli e forti dei disegni, esplorandoli ed elaborandoli emozionalmente, si trova immerso in un’atmosfera particolarissima e, colto da un’infinità di pensieri e di idee, si ferma a riflettere…

error: Contenuto protetto !!